1 Descrizione del progetto


Titolo: La componente autobiografica nella produzione foscoliana.
Modulo-autore: Ugo Foscolo

ugo_foscolo.jpg

Contenuti (breve descrizione): Biografia, schema generale delle opere, Sonetti, antologia dall’Ortis, dai Sepolcri, dalle Grazie. Confronto personaggi di Ortis e Didimo Chierico. Biografismo di Foscolo nelle sue opere e nei suoi personaggi.
La scelta di questo tema appare significativa per affrontare con i ragazzi la complessità e la problematicità del rapporto tra autore, narratore e protagonista di un’opera letteraria. La conoscenza dei fenomeni letterari e l’acquisizione di solide capacità di riflessione e di argomentazione in merito alle loro caratteristiche e peculiarità hanno del resto grande importanza per la formazione dell’individuo.

Finalità generali del modulo:
- Far comprendere agli alunni la complessità dell’opera foscoliana e i suoi risvolti autobiografici alla luce dei rapporti autore-personaggi.
- Produrre una più ampia riflessione critica sul fenomeno letterario come espressione di una civiltà, di una congerie storica, di un sentire particolare e come forma di conoscenza del reale attraverso le vie del simbolico e dell’immaginario;
- Favorire la conoscenza diretta di testi del patrimonio letterario italiano.

Obiettivi generali del modulo:
Conoscenze
- Conoscere l’opera del Foscolo, composizione, contesto, strutture narrative, contrapposizione tra influenze neoclassiche e romantiche nella sua produzione.
- Collocare il testo in un quadro di confronti e relazioni riguardanti: altre opere dello stesso autore, il più generale contesto storico del tempo.
Competenze
- Saper condurre una lettura diretta dei testi, come prima forma di interpretazione del loro significato.
- Saper mettere in rapporto i testi con la propria sensibilità e formulare un proprio motivato giudizio critico.

Prerequisiti

Si richiederà la conoscenza della congerie storica in cui si situa la vita e l’opera del Foscolo, oltre alle caratteristiche salienti della poetica del Neoclassicismo. In una classe IV si possono anche ritenere acquisite buone competenze di analisi del testo sia poetico che in prosa.

2 Modalità organizzative


Materiali: testi forniti dall’insegnante
Dotazione strumentale: i ragazzi avranno libero accesso alla pagina wiki dell’insegnante dove potranno consultare e scaricare tutti i materiali
Scuola: Liceo Classico
Classe: IV anno (II liceo), 20 alunni
Ambito disciplinare: letteratura italiana
Possibili raccordi interdisciplinari:
- Letteratura inglese: inquadramento storico-culturale del romanzo A sentimental journej di Laurence Sterne con lettura di passi significativi in lingua originale.
- Storia dell'arte: correnti del Neoclassicismo e del Romanticismo.
Articolazione in fasi di lavoro
Si propongono di seguito sinteticamente le lezioni in cui è diviso il modulo con gli argomenti che si intendono trattare.
Lezione introduttiva (1 ora): si illustreranno i momenti salienti della vita di Ugo Foscolo, le sue idee politiche e civili, la composizione delle sue opere principali, i suoi modelli stilistici, con precisi riferimenti cronologici e spaziali, facendo riferimento alla seguente mappa concettuale



Foscolo.jpeg

che dovranno integrare/modificare/colorare come esercizio propedeutico allo studio e all'esposizione orale, e proponendo la visione di un video biografico:




Seconda lezione (2 ore): si presenteranno ai ragazzi i tre sonetti Alla sera, In morte del fratello Giovanni, A Zacinto, se ne daranno parafrasi e commento, cercando però di far rintracciare agli studenti nel corso di una lezione dialogata figure retoriche, peculiarità stilistiche, scelte lessicali e sintattiche; si cercherà di produrre in loro suggestioni e stimoli con il video:


e con pitture del periodo, a partire dalle quali saranno invitati a produrre una riflessione sul significato dei testi proposti alla luce della biografia dell’autore.


Terza lezione (2 ore): si presenterà in questa fase il romanzo Ultime lettere di Jacopo Ortis, la sua genesi, le varie stesure. Si narrerà ai ragazzi la trama dell’opera, facendo seguire la lettura e il commento di un’antologia di brani significativi per il riconoscimento dei temi principali: il tema politico-civile con l’esaltazione della virtù e dell’eroismo, la tematica esistenziale con le immagini della fuga e dell’esilio, l’amore ostacolato, la solitudine, la bellezza della natura che rasserena, il suicidio. Si farà notare ai ragazzi il forte carattere autobiografico dell’opera con opportuni riferimenti alla sua biografia. Si proporrà, infine, un confronto con I dolori del giovane Werther di Goethe di cui Foscolo riprende lo schema narrativo arricchendolo del motivo politico.

Tematiche_dell'Ortis.jpeg


Quarta lezione (1 ora): si proporrà a questo punto di confrontare il personaggio di Jacopo Ortis con un altro alter ego di Foscolo leggendo e commentando la Notizia intorno a Didimo Chierico.
Al termine della lettura si chiederà ai ragazzi di identificare i tratti fondamentali del carattere del personaggio e di inserire gli elementi che emergono nel corso del dialogo in uno schema come il seguente, che l’insegnante nel frattempo compilerà alla lavagna:

confronto.jpg

Si conclude riflettendo insieme su quanto le vicende biografiche di Foscolo, i suoi ideali, la sua disillusione, la scelta di ritirarsi dalla politica attiva abbiano plasmato e cambiato nel tempo i suoi stessi personaggi, le loro caratteristiche e il loro significato.


Quinta lezione (2 ore): si presenterà in questa fase il carme Dei Sepolcri, illustrando il clima in cui nasce e l’idea foscoliana della morte anche attraverso una rivisitazione multimediale:

Si richiamerà alla memoria dei ragazzi il sonetto In morte del fratello Giovanni dove Foscolo aveva invocato il sepolcro come luogo di quiete e di riposo dai tormenti della vita e si citeranno le sue lettere dove torna all’immagine della tomba come immagine rasserenatrice.
Si illustreranno con una mappa le quattro sezioni in cui il carme è diviso, individuate da Foscolo stesso.


Dei_Sepolcri_.jpeg

Si procederà leggendone parti significative (con parafrasi e commento) da cui far emergere la complessità non solo stilistica ma anche tematica, in precedenza illustrata schematicamente. Si sposterà quindi l’attenzione sulla concezione della civiltà che emerge dai Sepolcri e sulla funzione civilizzatrice che Foscolo assegna alla poesia.



Sesta lezione (1 ora): il modulo si conclude con una lezione dedicata all’opera Le Grazie; l’insegnante illustrerà alla classe la struttura dell’opera (i tre inni), il contesto in cui viene composta, le possibili interpretazioni. Si proporrà la lettura e l’analisi almeno del brano più noto e ricco di suggestioni tradizionalmente chiamato "Il velo delle Grazie", confrontando la funzione della poesia in quest’opera e nei Sepolcri.

A. Canova - Le Tre Grazie - San Pietroburgo Ermitage

Le_tre_Grazie_Canova.jpg

Settima lezione (1 ora): verifica.


3 Valutazione


Verifica
Nel corso delle lezioni dialogate saranno valutate le risposte a domande veloci di comprensione e ricostruzione, la partecipazione alle discussioni e la pertinenza degli interventi.
È prevista, inoltre, una verifica sommativa al termine della trattazione del modulo, per verificare le conoscenze acquisite attraverso domande a risposta multipla e domande aperte con vincolo di righe, e le competenze attraverso l’analisi di una breve porzione di testo scelta fra quelli affrontati insieme.
(vedi Discussion)

Criteri di valutazione
Partecipazione, pertinenza ai quesiti proposti e rielaborazione personale


Bibliografia e sitografia


M. Fubini, Ugo Foscolo. Saggi, studi, note. La Nuova Italia, Firenze 1978.
R. Luperini e AA.VV., La scrittura e l’interpretazione, Palumbo Editore, 1998.
AA.VV., Dal testo alla storia, dalla storia al testo, Paravia.
http://www.bibliotecaitaliana.it/
http://www.youtube.com/
http://www.wikipedia.org

http://it.wikisource.org